Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 8533 - pubb. 18/02/2013

Prededuzione del credito del professionista funzionale al deposito della domanda di concordato

Tribunale Padova, 11 Febbraio 2013. Est. Maria Antonia Maiolino.


Diritto fallimentare – Concordato preventivo – Prededucibilità dei professionisti presentatori della domanda di concordato – Inammissibilità.



Non appare ammissibile la prededuzione ex art. 111, comma 2, legge fallimentare, dei crediti dei professionisti funzionali al deposito della domanda di concordato ed indicati nella relativa proposta; detti crediti (nel caso di specie il credito dell’advisor, del legale, dell’attestatore e del perito immobiliare di parte) non sembrano, infatti, rientrare in alcuna delle ipotesi previste dall’art. 182 quater L.F., nel testo attualmente vigente, in tema di prededucibilità dei crediti nel concordato preventivo, là ove la prededuzione prevista dall’art. 111, comma 2, L.F. attiene alla disciplina applicabile nell’ambito del procedimento fallimentare. (Filippo Lo Presti) (riproduzione riservata)


Massimario Ragionato



Segnalazione dell'Avv. Filippo Lo Presti


Massimario, art. 111 l. fall.

Massimario, art. 182quater l. fall.


Il testo integrale