Diritto Penale dell'Impresa


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 8221 - pubb. 17/12/2012

Bancarotta fraudolenta patrimoniale per distrazione: stato di insolvenza quale conseguenza della condotta e rilevanza del dolo

Cassazione penale, 06 Dicembre 2012, n. 47502. Est. Demarchi Albengo.


Bancarotta fraudolenta - Bancarotta fraudolenta patrimoniale per distrazione - Elemento essenziale del reato - Stato di insolvenza - Rapporto causale con la condotta dell'agente - Necessità - Elemento soggettivo di dolo - Necessità.



Nel reato di bancarotta fraudolenta patrimoniale per distrazione, lo stato di insolvenza che dà luogo al fallimento costituisce elemento essenziale del reato, in qualità di evento dello stesso, e pertanto deve porsi in rapporto causale con la condotta dell'agente e deve essere altresì sorretto dall'elemento soggettivo di dolo.


Massimario, art. 216 l. fall.

Massimario, art. 217 l. fall.

Massimario, art. 217bis l. fall.

Massimario, art. 236 l. fall.


Il testo integrale