Diritto Bancario


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 5062 - pubb. 07/06/2011

Necessaria coincidenza tra il contenuto delle reclamo all'intermediario ed il ricorso all’ABF

ABF Roma, 29 Ottobre 2010, n. 1213. Est. Porta.


Ricorso all’ABF – Necessità di preventivo reclamo – Piena coincidenza del contenuto dei due atti – Necessità a pena di inammissibilità del ricorso.



L’ammissibilità del ricorso proposto avanti all’ABF suppone la preventiva proposizione di un apposito reclamo all’intermediario che abbia contenuto coincidente con quello del ricorso. Tale coincidenza non è soddisfatta se, riguardando il reclamo la «restituzione dell’importo addebitato come “indennità di scoperto di conto”», il ricorso contenga la contestazione della «validità» di questa commissione. (Aldo Angelo Dolmetta) (riproduzione riservata)


A stare ai contenuti di questa decisione almeno, la normativa predisposta ai sensi dell’art. 128-bis TUB per il sistema di risoluzione delle controversie ABF viene a fissare un livello di snodi formali alquanto rigido. E, per la verità, non sospettabile. In effetti, un vincolo, come quello di cui alla massima, poco o nulla si adatta al carattere stragiudiziale del procedimento e alla irrilevanza di una difesa professionale; e ancora meno si coniuga, mi pare, col principio di «effettività della tutela» che, sempre secondo la citata norma di legge, ispirerebbe questa procedura. Nella stessa direzione si è posta comunque anche la decisione n. 937.


Il testo integrale