Crisi d'Impresa e Fallimento


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 26525 - pubb. 26/01/2022

Azione di risoluzione del concordato preventivo con cessione dei beni ex art. 186 l.fall. proposta prima della scadenza del termine di adempimento e previsione di insufficiente realizzo

Appello Milano, 16 Dicembre 2021. Pres., est. Calendino.


Concordato preventivo con cessione dei beni - Previsione di insufficiente realizzo per la soddisfazione dei creditori - Grave inadempimento prima della scadenza del termine - Azione di risoluzione ex art. 186 l.fall.



L’art. 186 L.F. è chiaro nel fissare un termine preciso a partire dal quale può essere proposto il ricorso per la risoluzione del concordato liquidatorio e cioè quello della scadenza del termine fissato per l’ultimo adempimento previsto dal concordato.

Le ipotesi di risoluzione anticipata rispetto al termine fissato per l’ultimo adempimento sono eccezionali e possono consistere solo in una conclamata e irreversibile impossibilità ad adempiere da parte della società debitrice in concordato: solo in questo perimetro anche la Corte di Cassazione circoscrive la possibilità di risoluzione anticipata rispetto al rigoroso termine indicato dall’art. 186 L.F.. (Davide Greco) (riproduzione riservata)

[La Corte d’Appello ha confermato la sentenza del Tribunale di Milano del 23 settembre 2021 Pres. Macchi, Est. Pipicelli.]


Massimario Ragionato



Segnalazione dell’Avv. Davide Greco



Il testo integrale