Diritto del Lavoro


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 23227 - pubb. 14/02/2020

Risarcimento danni e onere di provare che il lavoratore ha comunque lavorato

Cassazione civile, sez. VI, 24 Gennaio 2020, n. 1636. Pres. Frasca. Est. Rossetti.


Risarcimento danni - "Aliunde perceptum" - Onere della prova - Ripartizione



In tema di azione per risarcimento danni, la circostanza che il lavoratore ingiustamente estromesso (così come quello ingiustamente licenziato) abbia, nelle more del giudizio, lavorato e percepito comunque un reddito (cd. "aliunde perceptum") rappresenta un fatto impeditivo della pretesa attorea e deve essere provato da colui che lo eccepisce, non da chi invoca il risarcimento, in applicazione del generale precetto di cui all'art. 2697 c.c. (massima ufficiale)


Il testo integrale