Diritto e Procedura Civile


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 13449 - pubb. 07/10/2015

Inammissibilità del ricorso ex art.696-bis c.p.c. per l’accertamento dell’applicazione di interessi usurari

Tribunale Imperia, 25 Agosto 2015. Est. Cento.


Procedimento ex art.696-bis c.p.c. – Usura – Inammissibilità del ricorso



È inammissibile il ricorso ex art.696-bis c.p.c. avente ad oggetto l’illegittima applicazione di interessi usurari al rapporto di mutuo.  Ciò in quanto l’accertamento richiesto non solo deve necessariamente svolgersi con le garanzie procedimentali tipiche del giudizio di cognizione, ma non è neppure astrattamente definibile nelle forme di cui all’art. 696 bis c.p.c., essendo materia estranea alla “mancata o inesatta esecuzione di obbligazioni contrattuali” o alla responsabilità civile da fatto illecito. Né peraltro può essere demandato al CTU il compito di accertare la sussistenza dell’illecito (contrattuale o extracontrattuale) dedotto a fondamento del danno lamentato e del conseguente credito risarcitorio (o restitutorio) preteso, posto che tale accertamento è riservato al giudizio di merito. (Nicola Scopsi) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Nicola Scopsi


Il testo integrale