Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 12674 - pubb. 01/07/2010

.

Tribunale Milano, 30 Gennaio 2015. .


Concordato preventivo - Successiva dichiarazione di fallimento - Compenso del professionista - Utilità per i creditori - Prededuzione



Il credito del professionista che abbia assistito l'imprenditore nella presentazione della domanda di concordato preventivo può godere della prededuzione a condizione che il suo operato si sia rivelato utile per la massa dei creditori, con la precisazione che l'attività professionale dedicata alla presentazione della domanda di concordato con riserva, grazie alla antergazione degli effetti del successivo fallimento, ha sicuramente attitudine conservativa di utilità per i creditori. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Massimario Ragionato